XIV Palio del Barone: vince Terravecchia

Print pagePDF page

vincitoriTortoreto- Nonostante il freddo tanti non hanno voluto mancare all’appuntamento

Il rione Terravecchia, rappresentato dalla Tortora con i colori bianco-azzurro si è aggiudicato la XIV edizione del palio del Barone, confermandosi primo nell’albo d’oro con 8 vittorie, contro le 6 degli storici avversari del rione Terranova con il simbolo del Corvo ed i colori bianco-verde

Sabato 16 agosto, il centro storico di Tortoreto, trasformato per l’occasione in uno splendido palcoscenico medievale, in una cornice di bracieri, fiaccole e tripudio di bandiere, ha fatto da sfondo alla serata clou della ormai tradizionale rievocazione storica che si è aperta con il corteggio storico per le vie del borgo di oltre 400 figuranti provenienti da varie parti della regione Abruzzo e da altre regioni limitrofe.

Un’edizione questa del 2014 che ha sfidato, vincendo, il brutto tempo e la temperatura rigida.

Tanti anche quest’anno infatti, gli spettatori che non hanno voluto mancare all’appuntamento.

Ad aprire il corteo, il gonfalone del Barone con al seguito il gruppo tamburi.

Di seguito, il Sindaco di Tortoreto Alessandra Richi nelle vesti del capitano del popolo e per la prima volta tutto il consiglio comunale rigorosamente in costume medievale nel ruolo dei magistrati.

Non potevano mancare naturalmente il Barone di Turturitus interpretato da Luigi Ripani, accompagnato dagli armigeri, che lungo il corteo ha incontrato i titolari dei vari esercenti commerciali con cui ha brindato in segno di buon auspicio, i notabili dell’epoca e la Baronessa interpretata da Manuela Romani con le ancelle, giullari di corte e le damigelle.

Ecco poi le dame di corte con i cavalieri, e gli atleti dei due rioni che si sono destreggiati in una vasta gamma di giochi medievali per conquistare “Il Drappo” della vittoria realizzato dall’artista sambenedettese Gabriele Scartozzi.

Infine, le varie delegazioni ospiti quali Acquaviva Picena con il Palio del Duca, San Severino Marche con il Palio dei Castelli, Grottazzolina, Mosciano Sant’Angelo, Fermo, L’Aquila con la Perdonanza Celestiniana, gli arcieri, i falconieri, i campioni nazionali di sbandieramento, i trampolieri, i fachiri, ecc.

Dopo l’annuncio del notaio e il saluto di benvenuto da parte del Barone a tutto il popolo, l’avvincente sfida degli atleti dei due rioni, seguita da un pubblico numeroso ed attento ed inediti spettacoli a cura della Scuola Sbandieratori di Fermo, Compagnia d’arme Grifoni della Scala di San Severino Marche, Ser Martino della Guardia di Guardiagrele e la Compagnia del Drago di Firenze

A conclusione, della serata, condotta dal direttore artistico e “dicitore” medievale, Fabio Di Cocco, la lotteria e l’ “Incendio della Torre”,lo spettacolo pirotecnico che ogni anno riesce sempre ad affascinare piccoli e grandi.

Ecco i numeri vincenti dal primo al decimo: 1821, 971, 3457, 2217, 1119, 1469, 3581,3032, 1127 , 547 .

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento