San Benedetto del T.- Un’occasione per ripercorrere  i tantissimi successi ottenuti nel corso dell’anno, che sono valsi la Stella d’argento al merito sportivo

Il Circolo Nautico Sambenedettese ha salutato il 2023 con una bellissima festa al Ristorante Puerto Baloo, alla quale ha preso parte un gran numero di associati e molte personalità civili e militari, a partire dal sindaco di San Benedetto Antonio Spazzafumo e dell’assessore a sport, turismo e politiche giovanili Cinzia Campanelli. A fare da anfitrione il presidente Igor Baiocchi che, nel suo saluto iniziale, oltre a porgere gli auguri a tutti i presenti, ha ricordato i tantissimi successi ottenuti nel corso dell’anno, che sono valsi la Stella d’argento al merito sportivo, consegnata dal Coni di Ascoli Piceno qualche giorno fa al Cns. Interessanti sono state anche le parole del sindaco che ha ricordato come «insieme stiamo portando avanti progetti importanti, che mi piacerebbe vedessero la luce nel prossimo futuro. Il Circolo Nautico occupa una parte importante del porto di San Benedetto ed è stretto il suo legame con la nostra amministrazione». Prima dell’inizio della parte conviviale della serata, il presidente (insieme a Giacomo Forti e ad Andrea Novelli) ha fatto sfilare in sala i giovanissimi velisti delle classi Optimist e Ilca, Emidio Silenzi, che ha vestito la maglia della nazionale azzurra di Surfcasting agli ultimi mondiali giovanili, svoltisi in Olanda e Stefano Bonatti che ha vinto con la nazionale italiana il campionato mondiale di E-Sailing, sfida velistica virtuale. Successivamente, tra una portata e l’altra, tutte rigorosamente di ottimo pesce, il maestro di cerimonia Manrico Urbani ha introdotto il gioco a premi, che quest’anno si differenziava in modo gradevolissimo dalle altre volte. Infatti, grazie alla collaborazione di Achillina Bonfigli, è stato realizzato un mazzo di carte da mercante in fiera da 200 pezzi, tutte in dialetto sambenedettese, su un progetto grafico che ricalcava un disegno d’epoca realizzato in passato da Francesco Sciocchetti e con su scritto a mano il termine dialettale e la traduzione in italiano, in inchiostro rosso e blù. In questo modo, ricordando, tra gli altri, termini come “ciavaiose”, “ngrugnate” e “uliose”, sono stati assegnati tutti i premi in palio. Il ricavato del gioco verrà devoluto all’associazione Xmano.

Lascia un commento