Mosciano Sant’Angelo –  9 i punti contestati dal coordinatore FI Luca Ciafardoni, unitamente al locale coordinamento di Forza Italia

Non c’è pace per la nuova scuola primaria di Mosciano Sant’Angelo che dovrebbe essere realizzata nell’area dell’antistadio. Dopo le perplessità espresse dai consiglieri d’opposizione interviene il coordinamento di Forza Italia che elenca altri fattori sui quali la giunta comunale guidata dal sindaco Giuliano Galiffi dovrebbe fare attente riflessioni.
Il coordinatore Luca Ciafardoni, unitamente al locale coordinamento di Forza Italia, sostiene appieno infatti tutte le obiezioni sollevate dal gruppo di opposizione in merito alla decisione di Mosciano Democratica di far costruire la nuova scuola primaria all’Inail.

“Aggiungiamo ulteriori critiche e interrogativi – dichiara Luca Ciafardoni, coordinatore di Forza Italia – rispetto a quanto illustrato nei giorni scorsi dai consiglieri comunali d’opposizione: 

  1. Il terreno dell’antistadio appare venduto ad un prezzo inferiore a quelli mercato. L’Inail se ne aggiudica la proprietà per soli 196.000  euro
  2. I costi di tutta l’operazione, a carico della comunità, sono a dir poco esagerati. Un affitto di 170.000 euro ed oltre per più di 38 anni per non avere nulla! 
  3. L’assenza di una struttura adibita a mensa e palestra, nonostante i 6 milioni di euro di impegno economico. 
  4. Destinazione del vecchio edificio di Mosciano capoluogo che da quanto emerso dal dibattito consiliare, secondo il vicesindaco Rossi dovrebbe essere riconvertito, senza esplicitare costi, tempi e modalità, in uffici comunali o sedi di associazioni. Facciamo presente che nel nostro territorio ci sono già tanti edifici in disuso, a partire dalla ex sede municipale fino alle abitazioni confiscate alla malavita che, ad oggi, non hanno trovato una loro nuova destinazione. 
  5. Non era il caso di valutare i fondi PNRR di demolizione/ricostruzione dell’edificio esistente? 
  6. Lo spostamento della nuova Scuola Primaria lungo Via Togliatti non comporterà un’ulteriore desertificazione del centro-storico, a discapito delle poche e coraggiose attività commerciali che ancora resistono? 
  7. Perché Mosciano Democratica sceglie sempre e comunque la cementificazione rispetto alla riconversione del nostro patrimonio edilizio, più sostenibile ed anche più economico? 
  8. L’antistadio, è notoriamente usato per le più diverse attività sportive che, con questa scelta verranno ulteriormente penalizzate. 
  9. I cittadini non avrebbero dovuto essere informati di una scelta di siffatta importanza? La Maggioranza di Governo non avrebbe dovuto coinvolgere ed ascoltare consigli, sollecitazioni, osservazioni, invece che far trovare tutto su un piatto già pronto? 

Forza Italia chiede scuole nuove e sicure per l’intera popolazione scolastica moscianese, ma che bilancino tutti gli interessi”. 

Lascia un commento