Ascoli Piceno- L’evento è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Ascoli Piceno.

Si terrà Venerdì 17 Giugno 2022 dalle ore 14,30 alle ore 19,00 presso il Circolo Cittadino di Ascoli Piceno, Corso Mazzini n. 85, Sala Giardino d’inverno, l’Evento Formativo organizzato dall’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia Sezione di Ascoli Piceno  dal titolo: ”Il Curatore Speciale del Minore: criticità, punti di forza, deontologia ” .

Si tratta del secondo evento formativo in presenza ed on line ad integrazione  del Corso per l’iscrizione nelle liste del Curatore speciale e del tutore del minore, organizzato da Ondif Marche, patrocinato dal Garante  regionale dei diritti della persona per la Regione delle Marche .

I relatori, Avv. Maria Concetta Falivene, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza dell’Abruzzo, la Prof.ssa Monia Vagni dell’Università di Urbino, l’avv. Giancarlo Savi e l’avv. Dino Silenzi, si confronteranno sulle norme  di diritto di famiglia, di cui alla L. 206/2021,  che entreranno in vigore il 22 Giugno 2022 .

Verranno analizzate le norme di attualità, le criticità e gli elementi di forza, il rapporto  dell’Autorità giudiziaria con i Servizi sociali; la prof.ssa Vagni si intratterrà sull’importante   adempimento previsto dalla legge ovvero l’ascolto del minore ad opera del Curatore speciale;  l’Avv. Silenzi  approfondirà l’aspetto deontologico dell’avvocato nominato Curatore speciale.

L’evento è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Ascoli Piceno.

La figura del Curatore speciale del minore avrà un impatto immediato nei procedimenti di diritto di famiglia e coinvolgerà operatori del diritto,  servizi sociali e famiglie.

Il corso terminerà con l’evento solo on line del 24 Giugno 2022 dal titolo “Il Curatore speciale del Minore e il Garante per l’infanzia e l’adolescenza. Casi pratici. Gratuito patrocinio. Simulazione  redazione  atti ed istanza ammissione al Patrocinio a carico dello Stato”.

Il corso che ha visto coinvolti accademici, avvocati, magistrati, psicologi ed assistenti sociali ha come finalità quella di fornire strumenti di conoscenza per svolgere il delicato ruolo di Curatore speciale del minore con compiti di rappresentanza processuale e sostanziale.

Lascia un commento