Villa Rosa accoglie Don Alfonso

Print pagePDF page

Martinsicuro- In tanti all’insediamento del nuovo pastore

Una comunità in festa ha accolto il suo nuovo pastore.

In tanti domenica, a Villa Rosa presso la Chiesa  di San Gabriele, hanno salutato l’arrivo di Don Alfonso Rosati parroco per 8 anni presso la Parrocchia del S.Cuore di Centobuchi.

Tanta curiosità ed  interesse per questo sacerdote, “ il gigante buono” , che molto  ha dato a Centobuchi sia sotto il profilo pastorale che sociale, apprezzato per la sua costante presenza, semplicità, umiltà  ed il modo in cui si pone verso gli ultimi ed i bisognosi.

A presiedere la messa di insediamento, il vescovo Mons. Carlo Bresciani e diversi sacerdoti tra cui Mons. Federico Pompei alla guida della comunità abruzzese per 10 anni, che ha saputo seminare bene lasciando  una parrocchia viva.

“Oggi (domenica n.d.c.) 15 settembre alle ore 21 Don Alfonso Rosati è il vostro nuovo parroco. Con questo annuncio vi saluto. Vi porto tutti nella mia memoria e nel mio cuore. Accogliete, collaborate e amate don Alfonso”, le parole di Mons. Federico Pompei sulla pagina Facebook della Parrocchia”

“Eccoci qua! – Le prime parole del neo parroco.

“Conosco poco- continua Don Alfonso-  imparerò a conoscervi, così come cercherò di farmi conoscere e diventare una bella famiglia quanto prima per poter condividere con gioia ed entusiasmo il cammino di rinnovamento e conversione … quello che so è ciò che mi sta raccontando don Federico, e lo ringrazio per aver lasciato una parrocchia viva.

Pensando a questa nuova comunità parrocchiale affidatami, mi viene in mente un famoso film di Comencini del 1953: “Pane, amore e fantasia”: Pane, la Parola di Dio,  Amore, una Chiesa aperta a tutti, una grande famiglia. Questo deve essere questa comunità parrocchiale. Tutti rappresentano una risorsa: il bambino, il giovane, l’adulto, l’anziano, il malato.E’ necessario coordinare le varie anime della comunità parrocchiale per avere unità ed armonia

Ed infine la Fantasia: “ Cosa c’è dentro quel panino” chiedeva Vittorio De Sica al contadino. Fantasia marescià…

Se qualcuno mi chiedesse cosa occorre per guidare una comunità parrocchiale, risponderei occorre fantasia.

Inizia questa nuova avventura. Fondamentale sarà la collaborazione con le Parrocchie di Martinsicuro e di Colonnella tutte  “rinnovate”.

Il Comune è uno ed è necessario avere unità d’intenti, soprattutto in questo periodo caratterizzato da una forte crisi di valori.

Mi sforzerò per essere un buon pastore ed un buon padre, aperto e disponibile al dialogo e con un po’ di fantasia e con il vostro aiuto sono sicuro che si potranno realizzare tante esperienze”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento