San Benedetto del T.- Un risultato senza precedenti per Radio Azzurra ma anche per l’intero territorio

Un risultato senza precedenti per Radio Azzurra ma anche per l’intero territorio che ancora una volta fa parlare di se a livello nazionale!

Se per ogni editore radiotelevisivo il dato relativo all’audience è un dato molto rilevante e di importanza notevole, occorre soffermarsi su quanto questo dato sia attendibile in termine di gradimento da parte del pubblico.

Radio Azzurra, con il suo TSL (Time Spent Listening che esprime la durata media giornaliera di ascolto di una emittente espressa in minuti) pari a 143 minuti al giorno, non solo rientra tra le “medaglie d’oro” ma si classifica addirittura al 6° posto assoluto tra le emittenti di tutta Italia superando praticamente tutti i grandi network nazionali.

I sondaggi e i rilevamenti dell’audience scattano una fotografia nitida dell’ascolto in termini numerici e dunque basato principalmente su criteri di “quantità”

La massima espressione del gradimento da parte del pubblico è rappresentata, più che dalla ”quantità” , dalla “qualità” dell’ascolto. Ad individuare questo prezioso indicatore (TSL) ci ha pensato uno dei massimi esperti dell’universo radiofonico: Claudio Astorri, veramente un’istituzione e un punto di riferimento per tutti coloro che “fanno la Radio”! Astorri oltre che docente del master in comunicazione musicale dell’Università Cattolica di Milano, è Station Manager, Start-upper e Consulente per le principali Emittenti Nazionali e Locali, Concessionarie di Pubblicità, Enti e Istituzioni.

Un’emittente radiofonica “di qualità” non può limitarsi a catturare pubblico ma deve anche saperlo mantenere all’ascolto. Così Astorri afferma che “la capacità di tenere all’ascolto chi segue la propria emittente è un’arte”.

La Radio” aggiunge Astorri “è la relazione tra le sue stazioni e gli individui all’ascolto. Le relazioni più solide sono quelle in cui è verificabile una durata del tempo significativa. Il Tempo di Ascolto Giornaliero in Minuti (TSL) non è solo un indice di gradimento ma di certo un indicatore di affezione. Alle emittenti che superano l’asticella dei 100 minuti giornalieri è da riconoscere senza alcun dubbio la capacità di essere attraenti e di offrire evidentemente un riferimento importante alla giornata delle persone”.

Un obiettivo raggiunto grazie a tanta passione e all’amore che lo staff di Radio Azzurra continua a dedicare alla sua attività e al suo pubblico. Un riconoscimento costruito nel tempo e che continua a raccontare da tanti anni un indissolubile e sincero affetto reciproco.

Lascia un commento