Ecco Formalab, il nuovo e rivoluzionario laboratorio rivolto al corpo docenti

San Benedetto- Debutterà giovedì 13 maggio alle ore 15

Debutterà giovedì 13 maggio alle ore 15, Formalab, il nuovo e rivoluzionario laboratorio rivolto al corpo docenti di ogni ordine e grado. Un evento online dal vivo completamente gratuito. «L’obiettivo che abbiamo voluto centrare – ha dichiarato Fulvio Silvestri, direttore formativo del Roi, istituto di alta formazione accreditato e certificato dalla Regione Marche – è quello di trasformare i docenti che aderiranno al nostro laboratorio in dei veri e propri cluster didattici, in grado di produrre materiale formativo che andrà a migliorare la preparazione degli studenti. Abbandonate l’idea che per creare materiali didatticamente efficaci siano necessari costosi software e PC ultra performanti, basta una buona idea e quella costruttiva volontà di confrontarsi con le nuove tecnologie che i nostri docenti hanno dimostrato finora in questo difficile momento. I materiali prodotti, resteranno a disposizione degli alunni che potranno visionarli anche in orari extra scolastici. Il progetto è in procinto di essere accreditato dal Miur e quindi potrà offrire crediti formativi ai docenti stessi. Il vero punto di forza di questo progetto – ha concluso Silvestri – è che questa “rivoluzione” didattica sarà più di ogni altra inclusiva, immaginate il beneficio ed il vantaggio enorme di avere una lezione sempre accessibile on line per i ragazzi con Dsa (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) e BES (Bisogni Educativi Speciali)». La conferma arriva da Katia Pasquali, presidente della sezione di Ascoli Piceno dell’Aid (Associazione Italiana Dislessia). «L’idea proposta dall’Istituto Roi – ha affermato – è davvero rivoluzionaria sia per i ragazzi con Dsa e Bes, sia per tutti i docenti. In questo modo la formazione diventa davvero inclusiva e può essere fatta sia in presenza che a distanza, sia in maniera sincrona che asincrona». Una lungimirante intuizione quella di Alessandro Bruni, player determinante nello sviluppo del progetto, «L’idea di Formalab – ha detto – parte da lontano e nasce dai profondi cambiamenti della scuola avvenuti attraverso l’avvento del digitale, che è sceso prepotentemente nella vita di ciascuno di noi, diventandone un pezzo fondamentale. Questo progetto alla fine persegue essenzialmente le linee guida del Digital Education Action Plan dell’Unione Europea, ma con l’obiettivo che la digitalizzazione della scuola avvenga in maniera inclusiva (e non esclusiva) e permeante, coinvolgendo docenti, bambine, bambini, ragazze e ragazzi in un percorso comune di crescita». Entrando nel dettaglio, Silvestri ha poi spiegato che «gli strumenti che metteremo a disposizione dei docenti serviranno solo per sfruttare al meglio ciò che già loro hanno e sanno, saranno solo supporti che andranno in loro aiuto. Formalab consentirà la sintesi delle loro conoscenze in file multimediali condivisibili che arricchiranno e miglioreranno i loro percorsi didattici. Roi è sempre molto vicina alle innovazioni ed è stato il primo ente nel 2020 a tenere esami di corsi di formazione a distanza. Paradossalmente – ha poi concluso – la pandemia è stata un acceleratore dello slancio verso la ricerca di una formazione migliore». I docenti interessati potranno iscriversi all’indirizzo formalab.istitutoroi.it. Roi di Silvestri Fulvio & C. sas ha la propria sede a Porto d’Ascoli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento