Coronavirus: occasione di cambiamento ed innovazione

Print pagePDF page

Il valore forte del non profit ha consentito a suo tempo di costruire un tessuto sociale solidale .

Certi progetti avevano una naturale dimensione condivisa per un associazionismo gratuito volontario. Oggi certe emergenze ,direttore, richiedono nel terzo settore ,una promozione di cultura sociale per la qualità dei servizi in una realtà,malata.

Questo tempo storico esige un modo innovativo per fare sistema attivo,per valorizzare risorse umane in una dimensione strategica.
Come possiamo sviluppare anticorpi per sollecitare reti relazionali forti a vantaggio del diritto al lavoro ai servizi per una politica di ricostruzione di etica pubblica?
Quale proposta possiamo mettere in campo mantenendo un radicamento nel territorio e denunciando abusi ?
Come possiamo agire con il Progetto sociale elaborato e motivare scelte libere ma orientate da una cultura sociale che oggi esige nuove sfide e dialogo con le istituzioni e con generazioni …quasi in estinzione?
Oggi la situazione ci chiama ad azioni per un’azione polivalente. Le sardine hanno sfidato proclami e retorica e noi senza presunzione e “copia incolla” dobbiamo comunicare con i giovani,producendo materiali a misura di belle persone,non bamboccioni,che vogliono costruirsi il proprio futuro.
Facciamo la nostra parte con sestosenso e cultura sociale.
Come possiamo metterci al loro servizio senza fare i caporali..x convenienza?
Dopo la calma piatta cerchiamo di far piatta forma.

Camaleo (alias la vecchia…Simonelli Maria Carolina Surace… non estinta)

Questo tempo storico richiede una vera riflessione e prima di rispondere devo sostare per dare spazio al mio pensiero.
La parola innovazione contiene tanti aspetti da considerare per costruire un nuovo approccio alla realtà che stiamo vivendo.
Certi eventi travolgenti mi fanno pensare all’acqua preziosa per la vita come l’aria.
Certi elementi oggi sembrano davvero il valore della vita perché servono ogni giorno in questo viaggio straordinario tra mare, monti e luoghi rivisti in modo virtuale.
“ Costretti in casa” cerchiamo di ricordare e rivivere con emozione quello che abbiamo apprezzato poco prima.
Certi fenomeni naturali ed umani forse vanno rivisitati con un’intelligenza capace di valutare la biodiversità.
Mi sono lasciato travolgere dalla mia identità professionale e condivido, Camaleo, il tuo pensiero politico, non di parte ma per tutti, nella biodiversità.
Parlando di riforme scuola e di innovazione condivido pienamente il punto di vista di “artigiani della cultura”, che con maestria consentono agli scolari di apprendere secondo attitudini e con passion. Chi insegna aiuta a crescere se sa usare strumenti tecnologici e sa comunicare motivando cervello e cuore.
Hai ragione quando dai valore all’orientamento continuo ed alla formazione che dura tutta la vita.
In questo senso si muove la mano sulla tastiera e nello stesso tempo si crede di farcela a ricostruire dopo il Coronavirus.
Oggi questo virus appartenete ad una vasta famiglia di virus causa patologie gravi e rappresenta un rischio per la tenuta sociale, creando quella distanza che tutto sommato c’era già tra umani, che non cantavano inni e non sbandieravano l’amore patrio.
La cittadinanza umana ci chiama a pensare dentro casa e fuori al valore che diamo al sociale ed alla nostra fede autentica che rende possibile non solo la sopravvivenza ma la dignità umana ed il lavoro.
Ho voluto rispondere per continuare quotidianamente a lavorare per una politica aperta e senza collusioni.
Noi non saremo di parte nel progetto sociale “Arianna”, cercheremo di ricostruire una trama positiva per riorientare col sesto senso la promozione sportiva federale e la qualità dei servizi per una sicurezza personale e sociale dalla montagna al mare e per tutto lo stivale
Continueremo Camaleo ad animare soggetti diversi per una lanterna comune. Rivedremo la luce tutti insieme.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento