Arco europei: Nespoli e Valeeva d’oro nel mixed team

Print pagePDF page

Baku-L’Italia vince la medaglia d’oro ai Giochi Europei di Baku nel mixed team. Il successo è firmato da Natalia Valeeva e Mauro Nespoli, già vincitori del titolo europeo nel 2012 ad Amsterdam. La prima medaglia d’oro italiana a Baku è firmata quindi dal tiro con l’arco, così come era accaduto ai Giochi Olimpici di Londra con l’oro a squadre maschile (Nespoli, Galiazzo, Frangilli). 

 

arcoITALIA D’ORO NEL MIXED TEAM
Grande impresa per Natalia Valeeva e Mauro Nespoli che vincono l’oro ai Giochi Europei di Baku nel mixed team. La coppia italiana vince tutte e quattro le sfide dirette e si prende il tetto d’Europa. In finale arriva il successo 5-3 contro la Georgia di Lidiia Sichenikova e Heorhiyche Ivanytskyy. Gli azzurri perdono il primo set 36-34 ma reagiscono subito e nei successivi due parziali (39-37 e 39-35) sorpassano l’avversario portandosi sul 4-2. Nel terzo set arriva il punto decisivo (36-36), quel che basta per vincere la prima medaglia del tiro con l’arco a Baku, esattamente come era accaduto ai Giochi Olimpici di Londra 2012 con l’oro del trio maschile (Nespoli, Galiazzo, Frangilli). 
Il podio viene completato dall’Ucraina che vince la battaglia con la Slovenia e si prende il bronzo.

LA CORSA AZZURRA DEL MIXED TEAM FINO ALLA FINALE
OTTAVI – Tutto facile per Mauro Nespoli e Natalia Valeeva che agli ottavi di finale della competizione dei mixed team si sbarazzano con un secco 6-0 dell’Azerbaijan. Bastano tre set agli azzurri per chiudere la pratica contro i padroni di casa Olga e Taras Senyuk. 
QUARTI – Il duo italiano ai quarti di finale spazza via anche la forte coppia olandese (Rick Van Der Ven e Annemarie Der Kinderen). Gara dura e sempre in bilico ma gli azzurri gestiscono meglio i momenti cruciali dell’incontro. Dopo il primo parziale in pareggio (34-34) arriva l’allungo italiano nel secondo parziale (35-33). Terza volée ancora in parità (36-36) ma è nelle ultime tre frecce che Nespoli e Valeeva non sbagliano niente aggiudicandosi il set (38-33) e vincendo 6-2.

SEMIFINALE – La terza vittoria di fila azzurra arriva in semifinale contro l’Ucraina (Lidiia Sichenikova – Heorhiyche Ivanytskyy). Il primo set finisce in parità 36-36 poi l’Italia mette il turbo e si regala due parziali in fila (38-37 e 38-33) che le regalano il 5-1 finale.

PER L’ITALIA TRADIZIONE VINCENTE NEL MIXED TEAM

Per l’Italia una tradizione vincente nel mixed team: Nespoli e Valeeva avevano vinto il titolo europeo nel 2012 ad Amsterdam; un bis che ha seguito il titolo del 2010 a Rovereto, dove vinse Natalia Valeeva in coppia questa volta con Marco Galiazzo.

Sempre nel misto, ma nella divisione compound, l’Italia ha vinto anche due titoli iridati CONSECUTIVI col duo composto da Sergio Pagni e Marcella Tonioli, vincenti a Torino 2011 e ad Antalya 2013.


IL TRIO AZZURRO AI QUARTI DI FINALE
Mauro Nespoli, David Pasqualucci e Michele Frangilli superano il primo ostacolo e continuano al corsa verso al medaglia ai Giochi Europei. Il trio azzurro deve sudare fino allo shoot off per superare i padroni di casa dell’Azerbajan (Senyuk, Kopnin, Vengerov). Gara ad altissima tensione: il primo set è dell’Italia 54-52, poi gli avversari si prendono al scena piazzando un’accelerata fortissima che ribalta il risultato: secondo parziale 57-53, terzo 57-54. Nespoli e compagni tornano a ruggire nel momento decisivo vincendo il quarto set 56-53 e portando al sfida ai tiri di spareggio. Le ultime tre frecce sono un’emozione continua: 9-9, poi 10-10 e la terza azzurra che finisce sul 6. Basta questo per chiudere il match visto che il tiro azero si ferma sul 5. Finisce 5-4 e gli azzurri ai quarti di finale che si disputeranno domani affronteranno l’Ucraina (Ivantskyy, Ivashko, Ruban).


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento