Lagnanze di un Camaleonte

Print pagePDF page

E’ giusto che io scriva a quest’ora un messaggio frutto di una elaborazione mentale (e di cuore).


camaleonteSono una persona pensante e non un pappagallo, per questo la mia resistenza non partittica ma di politica sociale è sempre dalla parte di chi deve lavorare per il sociale.
Gli altri per me sono non una chiacchiera, vista la mia storia. Mi hanno accusato di essere presuntuosa, in passato di essere sfarfallante nel cervello, invece sono solo un’identità e non un ego narcisistico.
Sono fiera di me, perchè non sbrano e non azzanno e nemmeno offendo, non faccio nemmeno elemosine, non parlo in 3°persona e non delego mai con soggetti invisibili in 3° persona.
Mi ci metto tutta e senza compensi occulti che possono farmi aver paura di certe agenzie “perdete ogni speranza voi ch’entrate”. Io non rubo non perchè ho paura della pena (di furti), ma perchè ho il dovere di farmi fregare anche  “la pnsiò” per aiutare a credere che certe persone come me di 3° gioventù, ci sono e sono esempio di servizio sociale.
Tu mi capisci ed io continuo a camminare senza compromessi. Il mio tempo potrebbe scadere e voglio far capire che la storia personale non può essere cancellata, tanto meno le radici ed il cammino fatto. Senza nostalgie lagnose e di vecchietti bisognosi d’affetto che si fanno strumentalizzare molte volte per il guadagno di altri, in orti di potere, io, La Simonelli, non voglio compensi e nemmeno rimborsi per fare quello che faccio in continuità e discontinuità con quello che ho fatto.
Meno male che riesco ancora a ricordare, ma se lo faccio non è per il vantaggio di un partito, ma per evitare la finbe del futuro. Arianna, oltre il filo e dopo la teoria di Darwin sull’evoluzionismo, crede che un Camaleonte abbia bisogno della storia, interpretando libri e linguaggi.

Caro direttore, la prego, pensa che io sfarfalli?
Pensa che io sia presuntuosa perchè non ho una copertura e non voglia fare da prestanome?
Pe4nsa che io abbia paura?
La prego di consegnare i miei materiali in “forma legale”, dopo la mia estinzione.
Non mi servono medaglie, escludo memorial, onoreficenze ed altro e tanto meno scuse.
Si uccide anche con le parole ed io voglio la Libertà. W  la libertà, senza “bandierole”. W il lavoro con la tuta e senza muta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento