SANT’OMERO – Alle 13 auto in fila in prossimità del ponte, impraticabile da tempo e mai aggiustato.

Calvario per gli automobilisti a causa del ponte inagibile che dovrebbe collegare il territorio di Sant’Omero con Mosciano Sant’Angelo.

Una domenica da incubo: alle 13 auto in fila in prossimità del ponte, impraticabile da tempo e mai aggiustato. Una vergogna. Strade sbarrate non più con rete plastificata bensì con pannoloni bianchi. E non sono passate inosservate le scritte: “Aspettiamo le elezioni regionali” e “Questo non è il ponte Morandi”.

In quelle parole tutta la rabbia degli automobilisti.

La zona del ponte rotto è stata presa d’assalto dagli automobilisti che, incuriositi, hanno lasciato la propria vettura ai lati del Salinello per recarsi a vedere cosa era accaduto. Sentite le parole pronunciate in presa diretta uno di loro, Alfonso Merettini, domiciliato nei pressi del ponte rotto: “Tutto quello che sta succedendo a quest’ora – sbotta irritato Merettini – lo si sapeva da tempo. Era tutto programmato, siamo stufi di vedere un ponte completamente sbarrato sin dallo scorso anno. Nessuno si è preso la briga di rimetterlo a  posto e avviare i lavori per riaprirlo al traffico. E’ un collegamento molto importante per raggiungere casa e luoghi di lavoro senza fare tanti giri inutili. Basta perdere tempo. Basta promesse

Urge pertanto intervenire in fretta, prendere seri provvedimenti per porre fine a questa bruttissima situazione. Uno scempio. Sia il sindaco di Mosciano Sant’Angelo che quello di Sant’Omero, a questo punto, dovrebbero immediatamente intervenire e risolvere il problema senza se e senza ma.

Lascia un commento