Un gala gastronomico per tre

Print pagePDF page

San Benedetto- Ad aggiudicarsi l’edizione 2016 L’Aragosta di Martinsicuro, Messer Chichibio di San Benedetto e C’era una volta di Tortoreto Lido. I ristoranti Ermocolle e Da Enrico avrebbero meritato qualcosa di più per aver interpretato appieno quello che era lo spirito del gala: la valorizzazione della tipicità e la promozione del territorio.

IMG_5935Un Gala della gastronomia, della bellezza e della solidarietà per tre. Tanti, infatti sono stati i locali che hanno raggiunto l’ex-aequo sul gradino più alto del podio della 10° edizione di questa manifestazione organizzata dall’Associazione Val Vibrata in collaborazione con l’agenzia Vertigò svoltasi al Kontiki di San Benedetto.

Ad aggiudicarsi il premio, L’Aragosta da Prichiò di Martinsicuro con il brodetto alla sambenedettese preparato dagli chef Patrizia Paolini e Pietro Palmisio , Messer Chichibio di San Benedetto (mezzo pacchero alla carbonara di pesce spada affumicato con caciotta marchigiana proposto dallo chef Pietro Crescenzi) e C’era una volta di Tortoreto Lido con il raviolo fantasia dell’Adriatico creato dalla chef Delfina D’Attanasio.

Il Kontiki di San Benedetto, Rondò di Porto d’Ascoli, Ermocolle di Ponzano di Civitella del Tronto, Da Enrico di Rocche di Civitella del Tronto, Da Marcello di Centobuchi e Acquamarina di San Nicolò a Tordino.hanno completato l’elenco dei ristoranti in gara.

Senza nulla togliere ai vincitori sicuramente i ristoranti Ermocolle e Da Enrico avrebbero meritato qualcosa di più.

Sia lo chef Alessandro Ferramini con le “Ceppe Civitellesi alle 3 carni” che Enrico Malavolta con “Tagliolini all’uovo con tartufi e funghi” hanno infatti interpretato appieno quello che era lo spirito del gala: la valorizzazione della tipicità e la promozione del territorio.

Entrambi i cuochi hanno presentato piatti della tradizione civitellese realizzati rigorosamente a mano.

In particolare Enrico ha realizzato il tutto con prodotti a km 0, tutti rigorosamente certificati a partire dai tartufi dell’azienda Malavolta Filippo e Alfredino di Rocche.

Alla manifestazione enogastronomica era legata anche una selezione del concorso Miss Grand Prix 2016, che ha visto l’affermazione (davanti allo sguardo attento del patron nazionale Claudio Marastoni) dell’ascolana Veronica Mariani. Nel corso della serata è stata ricordata anche la giovane Aurora Stella, concorrente in passato proprio di questo concorso, prematuramente scomparsa la scorsa settimana. Molto applaudite sono state anche le performance canore di Emanuel De Luca, che a dieci anni e autodidatta ha messo in mostra la sua voce potente e intonata, e quelle delle giovanissime ballerine finaliste nazionali al Kid’s Talent Show 2015. L’organizzazione è stata curata dal professor Francesco Cianciarelli, dal presidente del premio Vincenzo Lori e da Lino Pontuti dell’Agenzia Vertigò con la collaborazione del vice presidente del premio Luciano Di Marzio, del direttore Serafino Pulcini, del vice direttore Francesco Ciabattoni, degli sponsor ufficiali Luca e Fabrizio Biagi, di Saverio Croci per il Kid’s Talent Show, di Adriana Di Stanislao per la direzione delle cucine, di Jeandino Pelliccioni, maitre per la direzione della sala, di Claudio Marastoni e di Arturo Bascetta. Hanno presentato l’evento Alex De Palo e Lucrezia Di Febbo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento