Teramo ha salutato

Print pagePDF page

Teramo- Una personalità poliedrica

Teramo, ha salutato, con grande commozione, Antonio Camardella, classe1931, tenente del corpo di polizia municipale in pensione.

Nel corso della sua vita,ha sempre coltivato la passione per il disegno e l’intarsio. Sin da giovanissimo ha seguito i pregiati lavori di ebanisteria nella prestigiosa bottega degli Orsini,dai quali ha appreso i primi elementi di un mestiere antichissimo.

I preziosi quadri e mobili prodotti tramite la tecnica dell’intarsio sono e resteranno pezzi rari di un’arte da tempo scomparsa.

L’esperienza del tarsista, le indubbie qualità grafiche, il senso cromatico nell’utilizzo esclusivo delle varie essenze del legno, lo hanno portato, nel tempo, a realizzare splendidi e pregiati mobili intarsiati,in cui egli ha saputo fondere una linea allo stesso tempo personale e tradizionale con un decoro neoclassico e floreale; quadri decorativi,le cui opere richiamano immagini nettamente stagliate e disegnate con rappresentazioni di figure, nature morte, scene giapponesi e fiori.

Nelle diverse esposizioni a cui egli ha partecipato, avendo avuto il vantaggio di essere presente sia a manifestazioni pittoriche che artigianali , ha ottenuto giudizi lodevoli da parte della critica per le sue capacità decorative, per gli intarsi che impreziosiscono i vari oggetti, peraltro introvabili sul mercato, e tanta ammirazione per la particolarità della sua arte.

Varie riviste, nazionali ed europee, hanno riconosciuto i grandi meriti dell’artista.

Dato l’incommensurabile valore delle sue opere,non si esclude che in futuro si realizzi una mostra a lui dedicata.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento