Riserva naturale o incuria (di chi) ?

Print pagePDF page

 Monteprandone- Igiene a tutela della ” grande bellezza “.Tra via U.Foscolo e via delle Rose verde e canneto rigoglioso all’interno del fosso con serpi, zanzare, libellule e anche qualche ratto

Canale1 Sembrerebbe che anche Monteprandone abbia la sua riserva naturale. In pieno centro abitato a Centobuchi  il verde ed un rigoglioso canneto dominano l’interno del fosso che separa Via Foscolo da Via delle Rose.

E’ stato ripristinato il biotopo di parecchi anni fa quando Centobuchi era un paese di campagna.

La zona si è infatti ripopolata di serpi, zanzare, libellule e anche qualche ratto che è possibile osservare sull’imbrunire.

Nonostante le reiterate segnalazioni, nulla è stato fatto e da qui il dubbio dell’Istituzione nel comune di questa oasi naturalistica.

Ci si chiede che cosa potrebbe succedere in caso di piogge intense e se è accettabile una tale cosa in un luogo frequentato da tanti bambini e ragazzi del circondario.

Le Istituzioni chiedono ed obbligano il privato, pena multe salate, a rispettare leggi e osservare divieti,  a provvedere alla manutenzione di scarpate ed altro per una questione di decoro ed evitare problemi a livello igienico sanitario.

Ma chi controlla e multa i controllori?

Questa enunciazione paradossale vuole in modo ironico presentare una realtà, che senza troppi alibi va ripristinata a garanzia della salute pubblica.

Essendo residente in tale zona è dovere civico segnalare all’ARPAM, alla Polizia Municipale tanto degrado che minaccia tutti, compresi quelli che dovrebbero considerare l’ambiente una priorità assoluta, prevenendo inquinamenti o “disastri”.

Alla luce di quelli che vengono definiti ecoreati e richiamando le sanzioni e le colpe non solo in ambito amministrativo, ma per il diritto penale lesive alla salute pubblica, si vuole aggiungere materia culturale su cui sta lavorando il governo, legiferando a favore di un’ambiente che non è solo il bel paesaggio ma qualsiasi luogo del nostro territorio ( stanno lavorando sull’articolo V della Costituzione).

Si chiede quindi a chi ci amministra nel vicino e nel lontano di tutelare le risorse umane e le risorse ambientali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento