Pattinaggio mondiali, Anais Pedroni regina della velocità

Print pagePDF page

Monteprandone – Per la portacolori della Roller Green 2 ori, 1 argento, 1 bronzo. Podio mondiale anche per l’altra bandiera, Beatrice Fausti.

firs_158_20170909_1018501128Immensa! Anais Pedroni,  sale per ben 2 volte sul tetto del mondo nel pattinaggio velocitá.  Due prove superlative per la portacolori della Roller Green a conquistare in terra cinese, 2 ori intercontinentali nella 100 m e nel giro sprint.

La 100 m in particolar modo non è una distanza qualsiasi ma una gara dove vengono richieste forza esplosiva, potenza e concentrazione e dove l’aspetto psicologico é fondamentale.

Prontezza di riflessi, sangue freddo ed  una personalitá gia definita con la mentalità vincente tipica del campione, hanno permesso alla diciassettenne monteprandonese allenata da Claudio Naselli di raggiungere questo traguardo, rispettando i promostici della vigilia.

A completamento di un momento fantastico un altro oro nell’altra gara di velocità ed un argento nell’americana a squadre insieme alla sua compagna di squadra Beatrice Fausti  e Giorgia Bormida.

Per Anais anche la medaglia di bronzo in pista, nella 1000 mt formula mondiale.

Pedroni“Sono arrivata a questo mondiale come la più piccolina del gruppo e nessuno si aspettava nulla da me – ha dichiarato Anais Pedroni – ma io con il mio carattere forte e come una leonessa ho voluto primeggiare. E sono diventata campionessa del mondo! Devo ringraziare Claudio Naselli, perché mi ha sempre sostenuto in questo mondiale. Un ringraziamento speciale a tutta la squadra e a tutta la mia famiglia. Non ho ancora realizzato ciò che è successo! Emozioni che sono difficili da spiegare a parole e non ho più parole”

Bronzo mondiale singolo nella 15000 mt ad eliminazione anche per Beatrice Fausti, atleta dalle grandi potenzialità.

Al settimo cielo  il presidente Gianni Anselmi:

E’ un traguardo che auspicavamo, dopo tanti anni di sacrifici da parte degli atleti e della società – dice Anselmi – In pochi anni siamo riusciti a portare la squadra sul tetto del mondo e questo ci dà sicuramente motivazioni per fare sempre meglio. Un grazie ad Anais e Beatrice, all’allenatore  Claudio Naselli e a tutti coloro che a vario titolo ci supportano”.

You may also like...

Lascia un commento