Pattinaggio, campionati italiani: la Bosica ancora protagonista

Print pagePDF page

Martinsicuro- 11 medaglie e 2° posto di società. Sabato 4 il Memorial D.Bosica

Si chiudono per la Pattinatori Bosica di Martinsicuro, con 6 ori, 4 argenti, 1 bronzo e soprattutto con il 2°posto di società e primo come medagliere, i Campionati Irtaliani di Pattinaggio Corsa su strada di Cassano D’Adda.

Ancora un exploit per la società truentina del presidente Elena Pompetti Bosica, che evidenzia l’ottimo lavoro del tecnico Guido Cicconi, a cui va il grande merito, di aver creato un gruppo, nonostante il pattinaggio sia uno sport individuale.

Una marcia in più quindi rispetto a tante altre realtà, dove ad emergere di solito è il singolo.

Ben 5 atleti sul podio con Leonardo De Angelis, Alessio Clementoni, Asja Varani ed Edda Paluzzi sul tetto d’Italia e 6 tra i primi 10 nella propria categoria: Ilaria Cirilli, Simone Angelozzi, Chiara Luciani, Lorenzo Cirilli, Simone e Yuri Soriani.

Argenti che valgono oro quello di Michael Gatti e soprattutto quello di Letizia Soriani capace di rimettersi in gioco in poco più di due mesi dopo diversi infortuni che l’avevano costretta a stop forzati.

La forza di volontà della giovane atleta unita ad un ambiente stimolante e soprattutto sereno, hanno fatto quel piccolo “miracolo” sportivo che nessuno si sarebbe mai aspettato o preteso. La rinvincita di un’atleta umile, dalle grandi potenzialità, che ha sempre lavorato a testa bassa e non si è mai arresa di fronte alle “cadute”.

In attesa delle imminenti convocazioni per i prossimi Campionati Europei, la società è proiettata verso l’organizzazione del XXVII Memorial D. Bosica, in programma presso il pattinodromo comunale di Martinsicuro sabato 4 agosto e che quest’anno piu’ che mai prevede iscrizioni record da tutta Europa.

“Nulla sarebbe stato possibile se non ci fosse stata quella chimica che lega un allenatore ad un atleta e viceversa perché anche quando le cose non vanno bisogna avere fiducia e credere nelle proprie potenzialità. Noi come atleti vogliamo dirti grazie per averci resi forti fuori e dentro il campo di gara. Ci hai fatto credere molto più in noi stessi creando un gruppo unico di cui tu ne sei un leader”

Questo il passaggio più bello della lettera scritta dagli atleti al tecnico che testimonia che la Bosica riesce ad andare oltre la realtà sportiva..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento