“Messaggi” di un’europeista convinta dell’uso improprio o spreco di certi fondi

Print pagePDF page

 

labirintoSarebbe un’ottima “cosa”
utilizzare i fondi europei per creare lavoro senza il filtro piramidale di un decentramento che strada facendo perde l’originaria destinazione di una giusta “unione”.

CAMALEO è stata a Bruxelles alla formazione e possiede foto di gruppo ricche di passione politica.
Ha visitato la sede naturale di Casa Europa ed  incontrato i Green mondiali, Verdi non solo italiani, ma ambientalisti di tutte le bandiere per la stessa originaria Madre Terra.
I Fondi Europei secondo la solita CAMALEO/Arianna, sono destinati alla riconversione “aziendale”, avventura non di avventurieri ma impresa di eroi quotidiani che hanno bilanci sociali trasparenti e senza prestanome.
A livello locale CAMALEO sostiene (da RSU rappresentante in un borgo solare dei diritti dell’utenza: i bambini) in un patto di sistema paritario ed aperto della scuola.
Il denominatore dell’educazione all’Europa, allo sport, all’ambiente, equivale all’orientamento di ogni ordine e grado al mercato del lavoro, che non è proprietà di un padrone, ma è spazio libero di servizio sociale senza clienti, clientele, nepotismi/nipotismi, affiliazioni/sodalizi che ricreano un organigramma chiuso, una sorta di tabella a doppia entrata.
Occorre Arianna che invece di giocare con i labirinti mitici (ce ne sono tanti), oltre l’Isola da cui fa Gazzetta scelga le vie della testimonianza capace di aprire anche le porte di Tebe.
L’intelligenza di giovani del ’68 si lega ad un’identità senza bombe ma esprime l’energia pulita di mani sporche di lavoro in nome di una Repubblica fondata sul merito che ricerca e non consuma i beni comuni.
La genitorialità non è un parto naturale, biologico.
CAMALEO crede ad un ruolo educativo di una madre che non chiude il futuro ( colui che è nato in modo biologioco), ma promuova autonomia, identità e non cecità sociale.
CAMALEO risponde per sè e come green di genere crede che la casa/ventre sia un dono/talento che non rende merito.
Le vere madri sono gli educatori autentici che lavorano per tutti e non fanno avventure con bandiere senza patria.
La teoria verde è nel pensiero di chi non pianta solo semi ma che tutela il futuro delle nuove generazioni con la complessità di una sportiva che sa giocare con le parole ma possiede la passione per i silenzi, per gli inverni e non ha paura della Terra-Madre, nè del buio.
CAMALEO è uscita dalla caverna ed ama immaginare senza barriere certi invisibili senza amuleti, portafortuna o stregonerie.
Tra sacro e profano giocosamente invece di salire scende all’Isola e scrive senza compensi e laudi. Troppe medaglie ed onori accecano e fanno perdere la testa

You may also like...

Lascia un commento