Mal di testa: la fisioterapia può aiutare

Print pagePDF page

S.Omero-Parla il fisoterapista Andrea Fratò

andrea1Il mal di testa è tra le patologie che più affliggono la popolazione mondiale. Essa crea problemi sia sociali che economici e non risparmia neanche i bambini.

Andrea Fratò, dottore in fisioterapia, libero professionista presso lo studio Kinesis” di Sant’Omero, nato nel 2009 grazie alla sinergia con il collega Vladimiro Di Pierdomenico, spiega come la fisioterapia possa aiutare a trovare sollievo.

Perché la fisioterapia nel mal di testa?

“Negli ultimi anni le nuove scoperte e le ultime evidenze scientifiche, all’interno della patologia del mal di testa, hanno generato nuovi interventi che possono influenzare positivamente il dolore e coadiuvare il medico neurologo nella cura di questa diffusa e debilitante sindrome dolorosa. La Fisioterapia, a riguardo, sta divenendo un avamposto innovativo, che permette in alcuni casi di risolvere e in altri casi di migliorare significativamente la patologia permettendo una diminuzione all’assunzione dei farmaci e influenzare uno stile di vita migliore”.

Quali sono le cause dei più comuni mal di testa?

“Oggi nonostante le numerose ricerche medico-scientifiche, le cause e la natura della cefalea primaria e dell’emicrania restano sconosciute, vengono definite come patologie “neurovascolari” e si avvalgono tipicamente di cure di tipo neurologico affiancate dalla fisioterapia.

Gli unici mal di testa di cui oggi si conosce la causa, sono le cefalee secondarie, così chiamate perchè legate a problemi di altri tessuti o strutture del corpo.

Il mal di testa o cefalea cervicogenica, la cefalea muscolo-tensiva e da disordine temporomandibolare sono le forme più comuni, facilmente identificabili attraverso test manuali precisi ed affidabili.

Tutti i mal di testa hanno comunque in comune un disordine di tipo disfunzionale: la sensibilizzazione del sistema nervoso: il sistema nervoso delle persone che soffrono di questa patologia è più facilmente eccitabile e irritabile, cioè più sensibile nel ricevere, interpretare e rispondere agli stimoli del mondo esterno e interno”

I farmaci, sono sempre la soluzione migliore?

“Assolutamente no; spesso la fisioterapia manuale può ridurre fino al 70% i sintomi e il dolore in caso di cefalea, come dimostra uno studio multicentrico su oltre 100 pazienti, coordinato da James Dunning, fisioterapista americano docente all’Università dell’Alabama, presentato in anteprima in occasione del congresso nazionale 2015 dei Fisioterapisti Aifi-Sifir di Lecce”.

Quali le tecniche utilizzate in fisioterapia per ridurre il mal di testa?

“ La Fisioterapia Manuale, attraverso attente valutazioni che cercano di discriminare il tessuto che causa o contribuisce il dolore da Mal di Testa, si avvale di tre tipi di tecniche manuali e riabilitative:manipolazione vertebrale (SMT), manipolazione mio-fasciale, esercizi terapeutici”.

A chi rivolgersi in caso di mal di testa persistente o cronico?

“ Il primo approccio andrebbe affrontato con il medico specialista neurologo, che formula una diagnosi, e le eventuali cure. Subito dopo però, bisogna rivolgersi ad un fisioterapista specializzato, che attraverso la propria valutazione funzionale, discrimina le strutture coinvolte e in virtù di esse, cura o contribuisce alla riduzione o risoluzione del dolore, diminuendo l’assunzione dei farmaci e migliorando la disabilità personale e sociale che tale patologia purtroppo provoca”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento