L’impero, il diluvio ed il “ratto delle galline”

Print pagePDF page

Il ratto, è un topo?

galline cartoon“Rattia” come una talpa, ovvero è il soggetto di tante razzie contemporanee?

Il verbo rattiare tocca solo la palla (madre terra), rotola?

A chi assegniamo il punto? Chi vince se va in buca la giustizia?

Gli schemi partitici sono come gli schemi dei campionati sportivi?

Il sistema coinvolge solo giocatori con un’illegalità planetaria o è un gioco a tavolino, virtuale che ci fa sentire una gran “fifa”?

Superiamo la paura e lasciamo il panico a quelli che rottameremo definitivamente. Al momento si continua a rattiare su affari disumani (diritti umani, diritti sportivi e diritti di lobby).

W i poveri incorrotti che non hanno paura di regimi totalitari, rovesceremo le posizioni verticali, perchè crolleranno in modo naturale castelli “di carta”, le torri di Babele e il vero tesoro della vita ci consentirà un giusto pasto di giustizia. La nostra ricetta politica e di cucina è dettata dalla coscienza in cui il master non sarà frutto di scambi di favori per favorite clientele, concubine-ponti combinati di consulenze inefficaci e non necessarie.

Secondo noi in ogni sito potrebbero essere scoperte le pentole di tantei intrecci coperti da pentole infernali (i diavoli forse ci sono, ma non hanno un’azienda capace di produrre a basso costo coperchi per tutti).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento