L’Atletica Avis premia i suoi atleti

Print pagePDF page

San Benedetto del T.-Una giornata all’insegna dello sport e del sano divertimento

IMG_2976Una bella giornata di sport ma soprattutto di aggregazione.
A San Benedetto si è svolta la tradizionale giornata dell’Atletica Avis SBT presieduta da Domenico Piunti, che ha coinvolto gli atleti tesserati e le loro famiglie.
Al mattino, dopo la foto di gruppo, tutti insieme di corsa sul lungomare e sosta presso il corso di San Benedetto e foto con Maria Angellotti tesoriere dell’ Avis donatori, partner della società.
A seguire il pranzo sociale e le premiazioni di tutti gli atleti alla presenza del vice sindaco di San Benedetto Eldo Fanini, di Piero Celani ex presidente della Provincia e di Maria Angellotti.
Gino Capretti e Paola Travaglini si sono aggiudicati la particolare classifica interna della società per numero di gare disputate.
“E’ stato un anno ricco di soddisfazioni-ha detto il presidente Domenico Piunti– sia dal punto di vista sportivo che dello stare insieme. La nostra società è una grande famiglia. Siamo cresciuti molto dal punto di vista della comunicazione e dell’aggregazione e questo rappresenta per noi il più bel traguardo. Cresce sempre di più la Maratonina Dei Fiori che nel 2016 si correrà il 17 aprile, l’ appuntamento più importante per l’AVIS Atletica San Benedetto ma anche per il podismo regionale e nazionale, che richiama annualmente migliaia di runners da tutta Italia e non solo.
Un grazie a tutti gli atleti, all’assessore Eldo Fanini sempre disponibile e che non ha mai negato il proprio appoggio alle nostre iniziative ed a Piero Celani da sempre vicino alla nostra società.
Nel prendere la parola Maria Angellotti ha voluto sensibilizzare i presenti sul tema della donazione di sangue.
“L’AVIS ha bisogno di tutti voi. Non c’è miglior donatore che un atleta. Lo sport è salute. Lancio una sfida: organizzare a breve una giornata proprio con voi atleti, i vostri familiari ed amici per andare poi tutti insieme al centro trasfusionale per un check up completo e decidere se diventare donatori. Ripeto, l’AVIS ha bisogno di tutti voi…”
 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento