L’apertura della Porta Santa fà brillare di nuova luce la festa di S. Maria dei Lumi

Print pagePDF page

Civitella- Seccia: “Dal giorno 18 aprile 2016, inizio della novena alla Madonna dei Lumi, sino alla celebrazione vespertina del 27 aprile, Solennità liturgica,nel Santuario sia aperta la “Porta della Misericordia”.

S.Maria dei Lumi La tradizionale più che centenaria Festa di S. Maria dei Lumi in Civitella acquisirà quest’anno un valore del tutto particolare. Infatti, in occasione dell’anno Giubilare della Misericordia, il Vescovo di Teramo-Atri, Mons. Michele Seccia, ha così disposto e scritto: “Dal giorno 18 aprile 2016, inizio della novena alla Madonna dei Lumi, sino alla celebrazione vespertina del 27 aprile, Solennità liturgica, nel Santuario sia aperta la “Porta della Misericordia”.

Padre Lorenzo Massacesi OFMConv, Rettore del Santuario, ha così commentato la notizia: “Ho inaspettatamente ricevuto la comunicazione dal nostro Vescovo solo alcuni giorni fa ed essa ha suscitato in me e in tutti noi, sinceri sentimenti di gratitudine e gioia, come quelli che si provano nel ricevere un regalo sorprendente. Gratitudine, per la squisita premura di Mons. Seccia verso la nostra realtà particolare di S. Maria e gioia per l’opportunità spirituale data a noi frati e a tutti i cari devoti della Madonna dei Lumi.

L’iniziativa del nostro Pastore appare quanto mai opportuna, poiché finalizzata a facilitare la partecipazione all’evento Giubilare a coloro, in particolare anziani e malati, che non possono recarsi presso i luoghi Giubilari più lontani, e anche a tutti i fedeli, spiritualmente affezionati a questo Santuario mariano – provenienti soprattutto dalla Val Vibrata, dai paesi circostanti e da Teramo – che desiderano vivere proprio qui, sotto lo sguardo raggiante della Madonna dei Lumi, l’esperienza fondamentale della misericordia di Dio.

Ad un primo esame cronologico, l’apertura della Porta Santa presso il nostro Santuario appare come un evento eccezionale, non ricordato nella storia più prossima di quest’antico Convento francescano. Con esso, la ricchezza spirituale di questo luogo santo risplende in tutta la sua potenzialità, e personalmente, dopo dieci anni del mio servizio in questo luogo, quanto di bello e di buono il Signore mi ha dato di vivere qui, insieme a tanti amici e fratelli nella fede, riceve come un suggello e una luce del tutto speciali”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento