L’Abruzzo premia i campioni delle rotelle

Print pagePDF page

Teramo- Si è svolta presso la Sala polifunzionale della Provincia di Teramo, l’annuale cerimonia di premiazione degli atleti della FIRS

L’Abruzzo premia i campioni delle rotelle.

Si è svolta presso la Sala polifunzionale della Provincia di Teramo, l’annuale cerimonia di premiazione degli atleti della FIRS, la Federazione Italiana Sport Rotellistici che racchiude 7 discipline ( pattinaggio artistico, corsa, freestyle, alpine, skateboard, hockey pista ed hockey in line) che si sono distinti nel corso della stagione 2017-2018 a livello nazionale ed internazionale, oltre ai campioni regionali, alle società campioni regionali, ai tecnici, dirigenti e personalità sportive abruzzesi che si sono distinte nell’attività di promozione.

Una sala gremita che ha visto la partecipazione di numerose personalità sportive ed istituzionali, presentate dallo speaker Sergio Scipioni,  merito soprattutto del lavoro svolto dal presidente regionale FISR Abruzzo Giovanni Di Eugenio e dal suo staff che forti di un’esperienza pluridecennale vissuta nell’ambiente stanno riuscendo a dare credibilità e peso a tutto il movimento.

Presenti il presidente nazionale FISR Sabatino Aracu, il presidente regionale CONI Enzo Imbastaro, il delegato CONI Teramo Italo Canaletti, da sempre vicino all’ambiente rotellistico ma in genere a tutto  lo sport teramano e non solo, il presidente nazionale della FIV Francesco Ettorre, il consigliere nazionale FISR Sandro Cipriani che giocava in casa.

E poi il presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli, l’assessore regionale Giorgio D’Ignazio, l’assessore allo sport al Comune di Teramo Antonio Filipponi, quello di Martinsicuro Alessandro Casimirri insieme al primo cittadino Massimo Vagnoni.

Tra i presenti anche la pluricampionessa mondiale  Debora Sbei ora allenatrice della ASD Giulianova Pattinaggio Artistico.

“La scelta della location, non è stata a caso- afferma il presidente FISR Abruzzo Giovanni Di Eugenio- Teramo è sempre stata un punto di riferimento per il pattinaggio, sia per numeri che per qualità.

Vogliamo che torni ad esserlo puntando sulla ristrutturazione e riqualificazione anche attraverso la copertura dell’impianto dell’Acquaviva, per poi affidarlo in gestione a una società teramana che conosce bene l’ambiente rotellistico. Il progetto è pronto e presto sarà presentato agli Uffici Comunali per l’approvazione, una volta in possesso dei nullaosta del Coni e della FISR necessari per la successiva omologazione.

Abbiamo avviato un proficuo dialogo con la nuova amministrazione comunale e l’ assessore Filipponi ha dato la massima disponibilità. Si tratta di una grande opportunità la Città e per Istituzioni.

Soddisfazione da parte del presidente Sabatino Aracu, che vede l’Abruzzo come una regione che può diventare veramente il tempio delle rotelle, grazie a  diversi impianti coperti ed una logistica invidiabile.

Il presidente traccia anche un bilancio dell’intero movimento rotellistico:

“C’è un fascino particolare per i pattini e sta a noi riuscire a tradurlo. Siamo una Federazione che cresce di anno in anno, l’unica così poliedrica. Siamo diventati olimpici lo scorso anno col pattinaggio di velocità a Buenos Aires, che è stato giudicato tra gli sport con maggiore appeal tra i giovani. Con lo skateboard andremo a Tokio dove saranno messe in palio 4 medaglie d’oro e si presume che ciò rivoluzionerà il mondo olimpico visto che le rotelle sono in grado di abbattere qualsiasi barriera sociale”. 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento