La Gazzetta dell’Isola

Print pagePDF page

bambinello presepeA proposito della caverna sibillina…

Una riflessione di CAMALEO sulla presentazione del romanzo sulla Sibilla e sul significato profondo della montagna oltre il testo.

Graffiti può raccogliere immagini come parole e condivide il sestosenso di chi ricerca creature diverse animando e rianimando la roccia.

Sicuramente i lavori nostri in continuità e discontinuità con la montagna affermano un viaggio quotidiano, oltre esperienze di turismo e valgono sempre, ma soprattutto quando c’è disagio, abbandono, incuria, degrado.

Qualche volta come dici tu si predica bene ma si razzola male e si finge di non vedere la trasgressione, la devianza, l’illegalità.

Le montagne sono tutte belle perchè toccano il cielo e sono madri ovunque, dall’Aspromonte al Piemonte passando per i Sibillini

 

Estromesso l’asinello per sestosenso CAMALEO ritiene doverosa una preghiera a cielo aperto: si tuteli sempre il Bambinello, anche quando non si hanno figli.

I genitori autentici sono tutti QUELLI CHE valorizzano la biodiversità fuori dal sistema orrido che associa certi loschi figuri!

I pregiudizi dell’impero trovano sempre seguaci per convenienza. Tanti Erode in tutte le punte delle piramidi. In basso al sud, al sud del mondo, di un sistema piramidale sono razziati, depredati, violati sempre i diversi, i giusti… che hanno fame di giustizia.

Alla luce della ri-nascita occorre assicurare chi nasce per mettere in sicurezza i migliori.

Il Bambinello può essere benedetto ma ha bisogno di una genitorialità diffusa che senza clientele, costruisca l’avvenire di tutti.

You may also like...

Lascia un commento