La CPL infiamma il consiglio comunale

Print pagePDF page

S.Egidio-3 i punti all’ordine del giorno con la questione CPL che si prende ben 6 ore di discussione

fascia_tricoloreLa maggioranza guidata dal sindaco di S.Egidio Rando Angelini, boccia ad unanimità la proposta dell’opposizione che aveva richiesto mediante delibera (accettata dal consiglio comunale) la discussione, l’analisi, e chiarimenti riguardanti gli aspetti economici, tecnici ed organizzativi della concessione della gestione della pubblica illuminazione e del servizio energia degli immobili comunali per gli anni 2014-2034, concessa nuovamente all’azienda CPL Concordia (Modena).

E’stata un’assise fiume quella di mercoledì sera iniziata alle ore 20 e terminata giovedì mattino alle 4.

Il primo argomento citato è durato 6 ore e mezzo (mai successo in nessun consiglio comunale) mentre per gli altri due punti all’ordine del giorno è servita 1 ora e 20.

Assente il vice sindaco Fabrizi per un lutto familiare e Roberta Di Matteo per la minoranza.

A prendere la parola è stata Valentina Galli che ha chiesto di spostare l’importante primo punto all’ultimo, ma il sindaco Angelini a votazione ha chiesto alla sua squadra il parere, confermando la prassi iniziale.

È intervenuto Gabriele Di Bonaventura che ha riferito:

“ Abbiamo chiesto un cosisglio comunale straordinario sin dal 9 giugno, attendendo 20 giorni per lo svolgimento in base all’articolo 39. Il sindaco non ha rispettato la legge, decidendo di non discutere.

Abbiamo ricevuto 2 lettere anonime dai cittadini che volevano sapere come stavano le cose sulla pubblica illuminazione la cui concessione è stata rinnovata alla ditta di Modena dal 21014 al 2034 con circa 540.000 euro di spese annue per i cittadini.

È stata una grave superficialità della giunta Angelini nell’aver fatto un bando a porte chiuse optando solo per la CPL Concordia, rifiutando altre soluzioni.

Inoltre si doveva dare l’incarico ad un professionista di qualità e non all’ing.Alfonsi che stimo ma che non ha competenza in questo settore. L’importo stabilito con l’azienda è rilevante ed avete preso una cantonata. Siete inadeguati.

Sindaco, ci hai ridotto al 12 agosto dove la gente è in ferie per parlare di questo tema. Come opposizione faremo il massimo per far crescere il paese chiedendo la vostra trasparenza, cercando di fare insieme un passo avanti e non indietro. La CPL come ha potuto iniziare i lavori in 2 piazze come Paolantonio e Faraone per 300.000 euro senza una copertura di contratto, senza autorizzazione visto che avete atteso più mesi per ridare fiducia all’azienda citata. Il vostro è stato un pessimo affare e proprio sulla ditta CPL nell’ultimo consiglio dicesti che c’era un’indagine in corso su di essa. È normale che ci preoccupiamo. La gente vuol sapere”

Anche l’ex assessore Elicio Romandini sui banchi dell’opposizione è intervenuto asserendo:

“ Il vostro è stato un tipo di appalto che salta all’occhio. Gli appalti si possono utilizzare in varie fasi, in primis l’aspetto economico e tecnico oltre ad una figura professionale di spessore. Eravate partiti bene, ma la campagna elettorale vi ha distratto mandandovi in confusione. Dovevate riflettere sulla CPL e vagliare altre opportunità più vantaggiose e fare chiarezza. Ci avete messo 6 mesi dopo la scadenza per rinnovare il contratto con la ditta con la quale avete fatto la campagna elettorale con tutti i loro depliant pubblicitari costati fior di soldi ai cittadini. Altro che gratis Siete stati tardivi e la popolazione vuol sapere del vostro operato non soddisfacente”.

L’assessore Sirio Talvacchia ex vice sindaco ha ripsosto per le rime ad entrambi:

“ Sono sorpreso ed esterrefatto perchè mai una minoranza ha proposto una delibera in consiglio sull’argomento. Si sono ricordati tanti, quasi dopo due anni, sicuramente dopo le note vicende che hanno colpito la CPL Concordia al comune di Ischia i cui amministratori sono indagati ed esponenti della tua stessa linea politica, Di Bonaventura.

I cittadini ci hanno riconfermato per il bis perchè avevamo dato garanzie i primi cinque anni del nostro mandato con tante opere fatte e portate al termine comprese le vostre incompiute risanando il bilancio nonostante abbiamo rispettato per 3 anni il patto di stabilità.

A Romandini ricordo che iniziò a fare le rotonde nel nostro paese per motivi politici prima delle elezioni non finendole come aveva detto anche se gli do atto che da assessore provinciale ha portato finanziamenti per S.Egidio, ma a livello comunale è fuori pista e poco documentato. A Di Bonaventura voglio precisare che non deve fare il professore visto che è un politico vecchio di 30 anni fa. A lui ricordo quando era vicesindaco e voleva portare la discarica a cielo aperto a S.Egidio e noi non glielo abbiamo permesso per nostra fortuna. Inoltre Di Bonaventura dimentica anche la farmacia comunale di Paolantonio venduta ad un privato al 51% anziché il contrario. È un’assurdità. Fai finta di nulla. Vuoi passare per buonista per le tue numerose lacune passate. Il tuo è stato un intervento arrogante e rimango basito ed invito chiunque a venire a controllare gli atti sulla CPL e di portarli in procura. Chi deve pagare, paghi, non di certo noi. Di Bonaventura deve prendere soprattutto quelli del 1998 quando era vicesindaco ed avallò l’ok per dare il servizio alla CPL.

Ora incolpa noi di questo rinnovo dove abbiamo trovato la convenzione per procedere il rapporto continuativo.

Infine, caro Di Bonaventura, il sottoscritto Sirio Talvacchia non prende e non prenderà mai lezioni d’insegnamento da lei. Questo è poco ma sicuro. Noi abbiamo fatto i fatti ma al bando non si è presentato nessuno”.

Il dott. Alessandro Forlini delegato al bilancio interviene sulla dinamica:

“ Nel 2013 fu fatto un project financing e se lo aggiudicò la CPL correttamente. Sono intervenuti sull’argomento dopo 21 mesi pur sapendo che gli atti sono in ordine. Stanno facendo disinformazione per gettare fumo sui cittadini”.

Dopo le repliche di Romandini, Di Bonaventura e della Galli è intervenuto come un fiume in piena il primo cittadino che con la sua solita sicurezza e professionalità ha chiarito le cose ai presenti.

“La CPL che con noi si è ben comportata, è stata una vostra creatura che appartiene al vostro DNA visto che nel 1998 , tu e la tua ex amministrazione, Di Bonaventura, sbandieraste l’ottima scelta fatta. Ora la criticate perchè siete all’oppposizione e scottati dall’ennesimo ko subito. S.Egidio ci ha premiato nuovamente perchè ha valutato il nostro operato. Le tue accuse ed offese nei miei riguardi con toni duri sono un paradosso. Io non lo farei mai né con te né con nessun altro perchè ho rispetto di tutti. Sono deluso del tuo discorso perchè le politica si basa su confronti costruttivi non su toni accesi controproducenti. A me risulta che ad essere indagati sono i politici del tuo PD di Ischia. Se volete indagare su di noi fatelo subito. Non abbiamo nulla da temere e nascondere. Rimarrete ancora più delusi. Vi state dando la zappa sui piedi ponendo ombre su questo argomento di cui sono fiero di averlo riproposto dopo l’ottimo lavoro fatto dall’azienda finora perchè il progetto TESLA è il migliore d’Abruzzo e forse d’Italia. Caro Di Bonaventura a me non mi prende in giro nessuno tantomeno te che vuoi darmi lezioni di politica, di vita e soprattutto di come si amministra un comune. Non scherziamo, sei fuori binario nonostante ti stimi e ti rispetti. Sei preparato ma sono rammaricato, incredulo e disgustato non comprendendoti visto che avete prepoarato una delibera denigrante nei nostri riguardi dove pretendavate che l’approvavamo oppure chi vi ha instradato non conosce la realtà ed ha ragione Talvacchia che addirittura volete farci passare per deficenti”

Dopo 6 ore e mezzo di confronti è arrivata la votazione: voto contrario sulla delibera da parte della giunta Angelini- Favorevoli Di Bonaventura e Galli con Romandini che si è astenuto proponendo qualche modifica che è stata respinta in primis dall’assessore Ferri.

Approvati gli altri due punti all’ordine del giorno, portati in discussione dall’assessore Annunzio Amatucci, con la minoranza che si è astenuta su entrambi riguardanti l’affidamento delle due strutture sportive, campo in sintetico e stadio comunale rispettivamente all’ASD Sant 89 ed alla Nuova Santegidiese 1948.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento