Il compositore olandese Hardy Mertens in concerto a Fermo

Print pagePDF page

Fermo-  Sabato 8 e domenica 9 giugno

Due eccezionali eventi musicali verranno ospitati dal Teatro dell’Aquila di Fermo sabato 8 e domenica 9 giugno. Grazie all’organizzazione dell’associazione musicale Amadeus di Fermo, infatti, il famoso compositore olandese Hardy Mertens, sabato 8 giugno, dirigerà la Banda “Città di Fermo” in un imperdibile concerto, nel corso del quale verrà eseguito in prima assoluta il brano dal titolo “Banshee”, composto dallo stesso Mertens. Verranno eseguite anche musiche di Luciano Feliciani, Timothy Loest, Hardy Mertens, Gene Milford, Lorenzo Pusceddu, Richard Saucedo, Robert W. Smith e Alessandro Vessella e il concerto vedrà la partecipazione del tenore Augusto Celsi e della tuba solista Eros Sabbatani. Domenica 9 giugno, invece, dalle ore 10 alle ore 13 si svolgerà un’attesissima masterclass con il maestro Hardy Mertens, seguita dalla dodicesima edizione del concerto finale degli allievi della Libera Accademia di direzione Das che saranno impegnati anche nella direzione di arie d’opera di Giacomo Puccini e Giuseppe Verdi, con la partecipazione della Junior Band “Città di Fermo”. La commissione verbalizzante sarà presieduta dallo stesso Mertens. Entrambe le serate saranno a ingresso gratuito con inizio fissato per le ore 21.15. Mertens ha diretto molte bande e fanfare in Olanda e all’estero prima di guidare formazioni prestigiose come la banda della Philips e quella della polizia olandese. Dal 1990 è regolarmente invitato come direttore ospite della Singapore Wind Symphony e attualmente è docente di direzione di banda al conservatorio di Tilburg, oltre ad essere attivo come direttore, direttore ospite, compositore e docente. Le sue opere si inseriscono nel solco della tradizione orchestrale occidentale, ma sono fortemente influenzate dalla tradizione popolare di diversi continentiTonalità tradizionale, linee melodiche distese e patterns ritmici si combinano spesso con scherzi musicali e suoni non usuali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento