Civitella, paese dalle grandi potenzialità

Print pagePDF page

Civitella- C’è ancora tanto lavoro da fare per valorizzarlo al meglio

Civitella del Tronto, 588 metri sul livello del mare, è situata nell’estrema area settentrionale dell’ Abruzzo, si protende verso l’Adriatico dalle pendici della Montagna dei Fiori e della Montagna di Campli, ed è incisa dal fiume Tronto e dai torrenti Vibrata e Salinello. Il borgo, è considerato uno dei più belli d’Italia e qui si erge la maestosa fortezza, borbonica tra le più importanti d’Europa.

A Civitella c’è anche la via più stretta d’Italia, e nei dintorni luoghi unici ricchi di storia, arte e natura, che vale la pena vistare: il Convento di Santa Maria dei Lumi, l’Abbazia di Santa Maria di Montesanto, le Gole del Salinello, il Castel Manfrino, le Grotte di Sant’ Angelo ed Eremi a Ripe di Civitella, la Grotta di San Marco.

Abbiamo potenzialità enormi- afferma Alfredino Malavolta che a Civitella ha investito sulla produzione di tartufi- ma non vengono sfruttate come dovrebbero.

Non sono stati mai proposti ad esempio dei percorsi enogastronomici, per valorizzare le attività locali e le produzioni tipiche del territorio, che potrebbero fare da volano per il turismo.

Manca poi un marchio di denominazione, per i piatti tipici quali Spezzatino alla Francieschiello, Filetto alla Borbonica, Ceppe, di cui altri paesi vantano l’origine.

Ma la nota più dolente, sono sicuramente le strade e la mancanza di una segnaletica idonea che scoraggiano il turista.

E’ necessario poi intervenire su alcuni punti, s sinergia tra Comune, Regione e Stato e fare al più presto una mappatura delle zone a rischio frane ed un adeguato piano neve e di protezione civile, per evitare che riaccada quanto successo lo scorso anno con l’eccezionale nevicata, terremoto ed alluvioni.

Andrebbe monitorata la Montagna dei Fiori, così come le Gole del Salinello che fanno parte del nostro patrimonio naturalistico.

Di lavoro ce n’è veramente tanto. L’importante è rimboccarsi le maniche ed iniziare ad agire, per la sicurezza ed il bene dei cittadini, prima che succeda qualche disgrazia”.

You may also like...

Lascia un commento