Cercasi Acchiappameduse per l’Area Picena e non solo

Print pagePDF page

Con il caldo, il mare torna a popolarsi di meduse, creature tanto affascinanti quanto subdole.Quanto meno te lo aspetti, ti prendono con i loro tentacoli che ospitano gli cnidociti particolari cellule che paralizzano la preda.

Ci sono vari tipi di meduse alcune molto pericolose. Tra queste quelle riconducibili alla specie “politicus ingordigius”. Sono presenti tutto l’anno, anche nei mesi freddi. Si riproducono velocemente e colonizzano tutti i mari del potere.

Con i loro tentacoli arrivano dappertutto paralizzando ed uccidendo le loro prede.

Pochi riescono ad opporre resistenza. Sono piovre, ti tentano. Hanno già distrutto parecchi habitat e continuano a provocare danni all’ecosistema.

Dicono che tali meduse siano concentrate al sud, ma in Area Picena  sono state avvistate colonie particolarmente aggressive. Attaccano in gruppo ed hanno depauperato più del 90% del territorio. Le loro vittime sono rimaste senza lavoro, senza soldi. Hanno rubato il futuro ai giovani mentre loro continuano imperturbabili a crescere ed aiutare a crescere i loro simili attraverso incarichi mirati e pseudo corsi di formazione.

Tra gli individui di colonie diverse, ci si aiuta, esistono scambi in modo da trarre il massimo vantaggio e non permettere a nessun altro di crescere.

Formano reti sottilissime dove è difficile entrare ed ancor più uscire. Tramano, ed anche i pesci più piccoli non oppongono resistenza. Sanno ma non parlano.

Caro CAMALEO, noi siamo rimasti fuori da questa rete. Il cibo scarseggia e la tentazione di farsi prendere è davvero molto alta.

Resistiamo ed andiamo avanti sperando in cacciatori di meduse che riescano presto a liberare i nostri mari…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento