Alimentazione e cavallo

Print pagePDF page

Teramo-  il veterinaio Germano Jerry di Corinto parla dell’importanza dell’alimentazione  nel cavallo

Quanto è importante l’alimentazione per un cavallo?

Mangiare bene è prerogativa solo dell’uomo o anche di un animale?

Quanto influisce sulla qualità della vita?

Ne abbiamo discusso con il dott. Germano Jerry Di Corinto, lancianese di nascita e teramano d’adozione che si occupa esclusivamente di cavalli a 360°

Direttore Veterinario della Scuola ippica , docente nazionale FISE, ASI, Scuola Ippica Italiana, è molto conosciuto ed apprezzato nel mondo ippico e volto noto di tante trasmissioni su questo mondo

L’alimentazione afferma Gerrj Di Corinto- E’ importante come per noi umani.

Noi siamo quello che mangiamo, quindi dobbiamo mangiare a seconda delle nostre esigenze fisiologiche, tenendo in considerazione età, di sesso, specificità di lavoro.

Così accade per il cavallo. L’alimentazione ha una grande influenza sul suo benessere e soprattutto parlando di cavalli “da agonismo” sulle sue prestazioni.

Vanno considerati i momenti fisiologici della propria vita , come per l’uomo.

Sicuramente un puledro mangia meno di un cavallo e differentemente da un cavallo.

Un cavallo agonista mangia diversamente da un cavallo che in agonismo fa determinate specialità.

Esiste una specificità a seconda della specialità.

Un cavallo che fa trotto deve mangiare diversamente da un cavallo che fa salto a ostacoli e che fa una gara ogni 15 giorni rispetto a un proprio simile che fa una gara ogni settimana.

Anche il cavallo è soggetto a patologie del metabolismo che vanno diagnosticate.

Possiamo avere dismetabolismi come coliche, laminiti, e patologie legate all’obesità.

La gestione è molto simile a quella di un essere umano: ogni cavallo in base alla sua età alla sua razza al suo sesso e a quello che fa ha un’alimentazione diversa”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento