A tutti i nonni di qualsiasi fede…

Print pagePDF page

nonno_e_nipote_by_freesoul9Sarebbe meraviglioso trovarsi in un mondo civile… dell’anziano e del bambino.

L’incontro a Roma con il nonno in casa del nostro Papa Francesco vale come dialogo anche per zionni volontari.

L’invito è valido anche per chi non ha nipotini in un terzo tempo in cui si gioca responsabilmente alla vita dura: una partita sconfitte e cadute dei vincenti.

Il bastone della vecchiaia ce lo portiamo dentro con l’energia del cuore e della mente.

Certe energie spingono azioni ricche di passione e senza invidie.

Per gli umani la famiglia vera non è nella torre medievale, né in borghi di charme, né in fortini protetti.

La famiglia non si manifesta con effusioni in saloni falsamente illuminati, ma in caverne e grotte ricche di fede.

La beneficenza è fuori dal tempio dei mercanti, è il dono di sé nella quotidianità e non ha bisogno di onorificenze, di presidenze, né medaglie. È soddisfazione, armonia profonda, armonia anche di fronte al tramonto.

La responsabilità è il dovere profondo e responsabile di contribuire ad una società inclusiva di anziani, giovani ed altri.

L’anziano è come il tiglio antico, dalle dita legnose: può ancora trattenere il dissesto idrogeoologico di madre montagna.

Si può essere apprendisti naturali in un laboratorio a cielo aperto… Ci possiamo commuovere ripensando a nonni assenti giustificati, cui oggi dedichiamo un pensiero ed una preghiera…

A tutti i nonni di qualsiasi fede.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento