16° Festival della Canzone Ascolana: ex aequo tra Luigi Coccia e Serafino Formica

Print pagePDF page

Ascoli Piceno- Conferma per questa manifestazione di spessore, diventata ormai un classico degli eventi

Successo  ieri sera al Ventidio Basso per la 16° edizione del “Festival della canzone Ascolana”.
A trionfare, con un inusuale ex aequo, sono stati Luigi Coccia con il brano “Oh! Marì dimme, dimme di scì” e Serafino Formica con “Ruetta miè”.
Il prestigioso premio ” Ivan Graziani” è andato al gruppo dei Sibylla Moris.

Numeroso il pubblico  presente, che, come ogni anno, ha atteso con trepidazione  l’ appuntamento per poter ascoltare le belle canzoni in dialetto ascolano, dilettarsi con musiche e balletti, seguire le esibizioni dei numerosi ospiti. 

12 le canzoni in gara, tutte inedite e in dialetto ascolano: “LU CANTÀ ‘NSIEME” Maria Chiara Sabbatini con la Corale Solidale Avis e l’ orchestra Foliband. “GUARDE ‘NNANZE A LA VITA” Fabio Gricinella – voce recitante Paolo Rossetti. NU BALLE AMERECANE” Gli Spirito Libero. “QUANTE JE’ BÈLLA ASCULÉ” Gino Malavolta. “T’ASPETTE AL LORENZ BAR” Luigi Sorbi. “RUÉTTA MIÉ” – Serafino Formica. “OH MARÌ DIMME, DIMME DE SCÌ”- Luigi Coccia. “NNAMMÉRATA”‘ – Alessandra Mazzuca. “SEME I’ E TE” – Silvana Mascetti – Milco Guerrieri. “CHÌGGHIE DE L’UORTE DE LU CURATE” – Giorgio Vitelli. “TUTT’ A PUÓSTE… TUTT’ È BUÓNE” – Marco De Angelis “LA CANZONE DE LI VEZIATE” i Pozza I Bbè.

Ospiti della serata: Petò ed il gruppo La Vasca – I Sibylla Moris – Gli Abetito Galeotta – Gli Amici del Vernacolo.

L’ importante trofeo, destinato al primo classificato, quest’ anno è stato realizzato dal Maestro Luciano Cordivani: si tratta di un opera che raffigura la città di Ascoli ed è denominata “Ascule turrita”. 

“Un plauso- ha affermato Gabriele Brandozzi nel doppio ruolo  organizzatore e di presentatore  assieme a Giovanna Marozzi –  va a tutti i cantanti e agli ospiti che hanno reso esaltante la serata, contribuendo con abilità e maestria artistica ad uno spettacolo unico nel suo genere, apprezzatissimo dal numeroso pubblico presente ieri al Ventidio.
Grazie e appuntamento alla prossima edizione”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento